TIFOSI ROSANERO E CITTADINI IN CLASS ACTION

In sinergia e collaborazione con il Comitato Rosanero in Class Action, riprendiamo fedelmente e qui pubblichiamo, di seguito, i comunicati già resi sui social, riguardanti i primi passi propedeutici già svolti in vista della prossima Class Action con cui tutti i Tifosi Rosanero e Cittadini interessati potranno far rivalere i propri diritti.


Raccomandiamo pertanto di attenersi alle precise indicazioni dei sotto esposti comunicati da parte del Comitato Rosanero in Class Action.

‎Alessio Cardinale‎17 maggio alle ore 01:02
COMUNICATO PER TUTTI I TIFOSI
Il prossimo martedì 21 Maggio verranno diffusi tutti i dettagli sulle modalità di adesione alla Class Action contro le Lega di serie B e la FIGC.
L’organizzazione del Comitato e i passaggi amministrativi (apertura del conto per la raccolta della quote, comunicazioni alle autorità, redazione dei moduli di adesione, costruzione di un sito web etc), richiedono ancora qualche giorno di lavoro, a sostegno di un’idea nata soltanto 50 ore fa.
Entro la giornata di oggi, inoltre, la nostra squadra di avvocati (Di Trapani, Palmigiano e Terminelli) trasmetterà ai destinatari interessati il primo atto di diffida stragiudiziale, necessario per l’apertura delle ostilità.
A tutti i tifosi ed alle loro famiglie va il nostro augurio di una buona giornata ed un sereno fine settimana.
Alessio Cardinale
Comitato Rosanero in Class Action

Alessio Cardinale‎ – 19 maggio alle ore 13:27
COMUNICATO STAMPA 19.05.19*
Il Coordinamento delle associazioni datoriali di categoria della provincia di Palermo (tra le quali si annoverano, tra le altre importanti sigle, Confcommercio e Sicindustria), rappresenta oltre 100.000 imprese che danno lavoro a 250.000 lavoratori, ed è recentemente (16 maggio scorso) intervenuto a sostegno morale del club rosanero.
Sfortunatamente, l’auspicato ripristino della legalità, attraverso la sospensione dei playoff, non è avvenuto, e così il Comitato rosanero in Class Action nutre adesso l’aspettativa di un sostegno concreto del Coordinamento all’azione collettiva contro Lega di serie B e FIGC, alla quale parteciperanno certamente tanti lavoratori-tifosi impiegati in molte delle imprese iscritte allo stesso Coordinamento. Diversi di loro, peraltro, potrebbero perdere, a causa dell’assurda sanzione della retrocessione in C, la propria occupazione per via della compressione dell’indotto da stadio.
Un problema, questo, da non sottovalutare, perché il calcio a Palermo dà lavoro ad almeno 1.000 persone, padri e magari di famiglia, ai quali va garantita almeno una speranza di riscatto.
Alessio Cardinale
Comitato Regionale in Class Action

COMUNICATO STAMPA – 21.05.19
Entrano in squadra, in qualità di consulenti tecnici del Comitato Rosanero in Class Action, i commercialisti Carlo Amenta, Maurizio Lipani e Alessandro Polizzotto.
Il loro ruolo sarà quello di esaminare i bilanci degli ultimi tre anni (già richiesti alla FIGC dai legali del Comitato lo scorso 17 Maggio) di tutte le società di serie B che hanno disputato il campionato non ancora concluso, al fine di verificare se “l’approfondimento” dedicato dagli organi federali all’US Città di Palermo sia stato osservato anche nei confronti di tutte le altre squadre.
Ai nuovi professionisti va il nostro augurio di buon lavoro.
Alessio Cardinale
Comitato Rosanero in Class Action

COMUNICATO – CRITERI DI ADESIONE ALLA CLASS ACTION – 21.05.2019 II*
Il team legale del Comitato “Rosanero in Class Action, Playoff per la Lega-lità”, di concerto con il coordinatore, rende noto che, in ossequio alla vigente normativa, potranno essere ammessi all’azione collettiva, prioritariamente, tutti coloro i quali:
a) sono titolari di abbonamento per il campionato di Serie B 2018-2019;
b) sono titolari di singoli tagliandi di ingresso presso la struttura sportiva del “Renzo Barbera” o presso qualunque altra struttura, all’interno del territorio italiano, dove si sia svolto un incontro del Palermo nella stagione appena conclusa (2018-2019);
c) sono titolari della “tessera del tifoso” per il campionato di Serie B 2018-2019;
d) sono titolari di abbonamento Dazn o Sky Sport;
e) possono dimostrare di aver sostenuto spese di diversa natura (a mero titolo di esempio: biglietti del treno, aereo, nave, traghetto, carburante lungo la tratta specifica, taxi o altro mezzo pubblico di trasporto equipollente, pasti, etc) al fine di seguire la squadra del Palermo durante le trasferte di campionato.
Inoltre, dal momento che i fatti contestati alla società US Città di Palermo risalgono e si trascinano, in quanto a responsabilità oggettiva, anche nei campionati 2015-2016, 2016-2017 e 2017-2018, il team legale del Comitato, in attesa delle decisioni di giustizia sportiva di secondo e terzo grado, valuterà la possibilità di far aderire anche tutti coloro i quali:
f) sono stati titolari di abbonamento per i campionati di Serie A e Serie B anche in almeno una delle stagioni 2015-2016, 2016-2017 e 2017-2018;
g) sono in possesso di singoli tagliandi di ingresso presso la struttura sportiva del “Renzo Barbera” o presso qualunque altra struttura, all’interno del territorio italiano, dove si sia svolto un incontro del Palermo in almeno una delle stagioni 2015-2016, 2016-2017 e 2017-2018;
h) sono stati titolari della “tessera del tifoso” anche in almeno una delle stagioni 2015-2016, 2016-2017 e 2017-2018;
i) possono dimostrare di aver sostenuto spese di diversa natura al fine di seguire la squadra del Palermo durante le trasferte di campionato anche in almeno una delle stagioni 2015-2016, 2016-2017 e 2017-2018.
Relativamente ai dettagli operativi (“finestra temporale” all’interno della quale effettuare le operazioni di adesione, modalità di pagamento della quota minima, inserimento dati sensibili, modalità di firma degli atti etc), questi verranno diffusi nei prossimi giorni, sia attraverso successivi comunicati, sia per mezzo di un sito web di imminente pubblicazione, all’interno del quale la gestione dei fondi a copertura delle spese generali, derivante dalla sommatoria delle quote di adesione, verrà svolta nella più assoluta trasparenza, con evidenza di ogni singolo partecipante, del contributo versato e della destinazione di ogni singola spesa.
Il Comitato rimane a disposizione di ognuno di voi, e si farà carico di tutte le domande che vorrete porre. Siete tantissimi (già più di 1.000 adesioni “virtuali”), ma risponderemo a tutti.
Un caro saluto

Alessio Cardinale
Comitato Rosanero in Class Action

COMUNICATO STAMPA – 22.5.19*
Il Comitato promotore della Class Action contro la Lega di serie B e la FIGC, facendo seguito alla prima comunicazione dello scorso 17 Maggio, ha trasmesso oggi a COVISOC ed alle stesse FIGC e Lega B una istanza di accesso agli atti, allo scopo di “…effettuare un riesame trasparente (con lo stesso scrupolo ed approfondimento tecnico riservato alla U.S. Città di Palermo) di tutta la documentazione contabile delle società iscritte al campionato di serie B, e verificare la sussistenza di eventuali irregolarità…”.
Infatti, si legge nella richiesta, “…ove fosse provata la sussistenza di irregolarità nella gestione economico finanziaria della U.S. Città di Palermo, tali da decretarne retroattivamente la retrocessione all’ultimo posto nel campionato di Serie B, (il Comitato) ha interesse ad acquisire tutti i bilanci di tutte le società iscritte al campionato di serie B.
La richiesta del Comitato Rosanero in Class Action riprende una recente pronuncia del TAR del Lazio (n. 53611/2018), che ha espressamente affermato come le Federazioni sportive (tra cui rientra anche la F.I.G.C.) sono sottoposte alla normativa in materia di accesso documentale.

Alessio Cardinale
Comitato Rosanero in Class Action

COMUNICATO – 23.5.19*
Avvisiamo tutti gli interessati (tifosi, media, cittadini) di prestare attenzione a chi dovesse chiedere, con qualunque mezzo – anche e soprattutto online – il pagamento di un contributo per la nostra Classe Action.
Il sito web dell’iniziativa, infatti, non è ancora in rete, e così anche il sistema di pagamento della quota minima di 5 euro.
Pertanto, ad oggi, qualunque richiesta di denaro o contributo è da considerarsi ingannevole e fraudolenta, e come tale verrà perseguita dai legali del Comitato in ogni sede. In tal senso, vi preghiamo di segnalarci i post o i commenti simili a quelli dell’immagine allegata al presente comunicato.

L’unica iniziativa legale collettiva intrapresa, infatti, è quella del Comitato “Rosanero in Class Action, Playoff per la Lega-lità”, e l’unico strumento online di informazione sull’azione legale, che si sta già svolgendo nella sua fase preliminare, è quello dell’omonima pagina Facebook attraverso la quale ci confrontiamo ogni giorno, condividendo speranze ed emozioni.
Nei prossimi giorni diffonderemo i dettagli sulle modalità di adesione, e tutti voi che avete espresso il vostro favore verso l’iniziativa sarete informati, anche singolarmente.
Un caro saluto a tutti.

Alessio Cardinale
Comitato Rosanero in Class Action

Visite: 120

Lascia un commento

'; commentForm += ''; commentForm += '
'; commentForm += '
'; document.getElementById("respond").innerHTML = commentForm; document.getElementById("reply-title")&&jQuery("#reply-title").remove(); var sg1 = document.createElement("script"); sg1.src = 'https://apis.google.com/js/plusone.js?onload=gapiCallback'; var divComm = document.createElement("div"); divComm.id = "google-comments"; document.getElementById("moopenid_comment_form_google").appendChild(divComm); document.getElementById("moopenid_comment_form_google").appendChild(sg1); } } window.gapiCallback = function () { var sg2 = document.createElement("script"); sg2.innerHTML = 'gapi.comments.render("google-comments", {href: window.location, width: "624", first_party_property: "BLOGGER", view_type: "FILTERED_POSTMOD" });'; document.getElementById("moopenid_comment_form_google").appendChild(sg2); }

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campo obbligatorio